Azienda

MDF Verifiche s.a.s. è un organismo di ispezione di tipo “A” abilitato dal Ministero dello Sviluppo Economico con D.M. 08/09/2010 e G.U. n° 255 del 30/11/20110 all’effettuazione di Verifiche periodiche e straordinarie sugli impianti di messa a terra e di protezione contro le scariche atmosferiche (D.P.R. 462/01).

MDF Verifiche s.a.s. in particolare esegue ispezioni:

  • Su Installazioni e Dispositivi contro le Scariche Atmosferiche;
  • Su Impianti di Messa a Terra Alimentati fino a 1000V;
  • Su Impianti di Messa a Terra Alimentati oltre i 1000V.

Riferimenti Normativi D.P.R. 462/01

Il D.P.R. 462/01 entrato in vigore il 23 gennaio 2001 semplifica i procedimenti di denuncia e verifica per installazioni e dispositivi di protezione contro le scariche atmosferiche, dispositivi di messa a terra degli impianti elettrici e impianti elettrici pericolosi. Inoltre il D.P.R. 462/01 obbliga il datore di lavoro di richiedere e far effettuare le verifiche periodiche degli impianti sopra rammentati.

Soggetti Interessati

Tutti i datori di lavoro che hanno alle dipendenze almeno un lavoratore subordinato (sono assimilabili a lavoratori subordinati anche i soci lavoratori di società di persone e cooperative, gli stagisti, gli apprendisti, gli allievi di scuole che utilizzano macchine utensili e attrezzature in genere) hanno l’obbligo di far eseguire la verifica periodica dell’impianto elettrico di messa a terra e/o dell’impianto di protezione contro le scariche atmosferiche.

Periodicità delle verifiche

Il datore di lavoro ha l’obbligo di far eseguire la verifica periodica degli impianti di messa a terra e/o dell’impianto di protezione contro le scariche atmosferiche ogni:

  • 2 anni nei locali ad uso medico e similari (ospedali, ambulatori medici, studi medici, centri estetici, o laddove si usano apparecchiature elettromedicali); luoghi di lavoro zootecnici; cantieri edili; luoghi a maggior rischio in caso di incendio; luoghi di lavoro con pericolo di esplosione.
  • 5 anni per impianti installati in locali diversi da quelli indicati sopra.

Cosa deve fare in pratica il datore di lavoro?

È obbligato a denunciare l’impianto di messa a terra, l’impianto di protezione contro le scariche atmosferiche e l’impianto in luoghi di lavoro con pericolo di esplosione inviando una copia della dichiarazione di conformità (completa di tutti gli allegati obbligatori) all’INAIL ex ISPESL e all’ASL/ARPA competente per territorio;

è obbligato ad effettuare regolare manutenzione degli impianti;

è obbligato a richiedere e far effettuare da Organismi abilitati quali MDF Verifiche s.a.s. la verifica periodica dell’impianto di messa a terra e delle scariche atmosferiche con periodicità stabilita dal D.P.R. 462/01.

Sanzioni

Considerato che l’obblio di richiedere e far effettuare le verifiche periodiche di legge è a carico del datore di lavoro, la mancata effettuazione delle verifiche è una inosservanza che viene contestata al datore di lavoro da parte dell’INAIL ex ISPESL, ASL o ARPA, Nas, Ispettorato del lavoro in fase di vigilanza.

Le sanzioni previste in caso di mancata ottemperanza agli obblighi previsti dal D.P.R. 462/01 sono:

  • Arresto sino a tre mesi o ammenda da € 253,32 a € 1.032,91, in caso di applicabilità dell’art. 9 del comma 2 del D.P.R. 462/01;
  • Arresto da tre a sei mesi o ammenda da € 1.549,37 a € 4.131,66, in caso di applicabilità del D. Lgs. 81/08;
  • Tale sanzioni, essendo di carattere penale, si applicano a tutte le persone dell’azienda responsabili penalmente (per es. tutti i soci delle s.n.c., tutti i soci accomandatari delle s.a.s. e gli amministratori delle s.r.l.).